Ispezioni: l’elenco minimo dei documenti richiesti alle aziende

il Dipartimento di Prevenzione U.O.C. SPISAL – Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza in Ambienti di Lavoro dell’Azienda ULSS 9 di Treviso  ha realizzato una nota informativa per comunicare alle aziende quali siano i documenti richiesti abitualmente in caso di ispezione e che è opportuno siano tenuti a disposizione:

STABILIMENTO

– Organigramma aziendale con individuazione del datore di lavoro, dirigenti, preposti, eventuali deleghe e sub deleghe

– Documento valutazione dei rischi (o stralci del documento in caso di controllo parziale o mirato)

– Nomina RSPP con documentazione attestante la formazione e il possesso dei requisiti previsti

– Nominativo RLS/RLST (e formazione specifica per il ruolo)

– Designazione addetti primo soccorso

– Designazione addetti lotta antincendio ed emergenza

– Formazione degli addetti primo soccorso e lotta antincendio

– Verifiche attrezzature (art. 71 comma 11 e allegato VII del D.Lgs 81/08), se presenti attrezzature soggette a verifiche periodiche

– Formazione attrezzature che richiedono particolari abilitazioni (art. 73 comma 5 e Accordo Stato Regioni del 22/02/2012), se presenti

– Nomina del medico competente e protocollo sorveglianza sanitaria

– Test per tossicodipendenza ove previsti

– Formazione dei lavoratori (generale e specifica di cui all’accordo Stato Regioni del 21/12/2011); addestramento ove necessario

– Libretti uso e manutenzione delle macchine e delle attrezzature

– Attestazione consegna DPI, ove pertinente

– Formazione all’uso dei DPI, ove pertinente

– Certificato Prevenzione Incendi, ove previsto

 

nota: per esigenze specifiche, in caso di infortunio o malattia professionale o per quanto emerso nel corso dell’ispezione, possono essere visionati o richiesti anche tutti gli altri documenti che l’azienda è tenuta ad esibire.